Articoli su L’Unione Sarda che divulgano false informazioni

Articoli su L’Unione Sarda che divulgano false informazioni

E’ incredibile che il maggiore quotidiano della Sardegna, che dovrebbe dar voce alle verità e non alle dicerie, pubblichi delle notizie senza verificarne la veridicità.

Il 15 Febbraio 2017 è stato pubblicato un articolo nel quale viene dichiarata la vittoria della Nuova Associazione Torre delle Stelle e del Comune di Maracalagonis nella Sentenza della Cassazione emessa il 18 gennaio 2017.
La notizia non viene riportata virgolettata, pertanto è il giornalista a dichiarare tale “vittoria”.

Articoli su L’Unione Sarda che divulgano false informazioni
Articolo pubblicato su L’unione Sarda il 15 febbraio 2017

Ci si domanda: ma il giornalista ha letto la Sentenza?
Evidentemente NO, perché altrimenti avrebbe letto che la Cassazione ha compensato le spese fra le parti, perciò non vi è una parte vittoriosa sull’altra.
Inoltre, se fosse stata letta la Sentenza, si sarebbe avuta la conferma che la Cassazione non si è espressa nel merito dell’acquisizione delle opere di urbanizzazione da parte del Comune di Maracalagonis.

La Corte di Cassazione ha esaminato solo un punto contestato dal Condominio: la giurisdizione del Giudice Amministrativo (TAR e Consiglio di Stato). E’ stato solo ed esclusivamente questo punto contestato a far sì che le Sezioni Unite dichiarassero inammissibile il ricorso proposto dal Condominio.

Questo l’estratto dalla Sentenza:
“Il ricorso è inammissibile perché a rivolgersi al giudice amministrativo era stato proprio il condominio ricorrente, che dunque non è legittimato ad impugnare il capo della sentenza relativo alla giurisdizione del giudice da esso stesso adito, non essendo rimasto soccombente su tale capo, nonostante l’autonoma soccombenza registrata sul merito, come chiarito dalla recente sentenza 20 ottobre 2016, n. 21260 di queste Sezioni Unite (alla motivazione della quale si rinvia).
Poiché il chiarimento di cui sopra è intervenuto in epoca successiva alla proposizione del ricorso, è equo compensare tra le parti le spese processuali.”

E’ palese dunque che è stata diffusa un’errata informazione.

Ma vi è di più.
Il 21 febbraio 2017 L’unione Sarda pubblica un altro articolo nel quale vengono diffuse dichiarazioni (questa volta virgolettate) totalmente infondate.
Viene dichiarato che “la Corte di Cassazione ha dichiarato illegittime le quote condominiali pretese dal Condominio” e che tale “illegittimità” sarebbe stata confermata anche dal Tribunale Civile.

Articoli su L’Unione Sarda che divulgano false informazioni
Articolo pubblicato su L’Unione Sarda il 21 febbraio 2017
Notizie prive di fondamento.

La legittimità delle quote condominiali non era un argomento che faceva parte del ricorso promosso in Cassazione e pertanto non viene neppure menzionata nella Sentenza emessa dalle Sezioni Unite.

La maggioranza dei Proprietari condomini di Torre delle Stelle, per ben quaranta e più anni, ha regolarmente pagato i costi dei servizi attraverso il Condominio di Torre delle Stelle.
I condomini con i loro denari hanno permesso che il villaggio di Torre delle Stelle fosse vivibile, nell’assoluto malizioso ed interessato silenzio dei Comuni di Maracalagonis e Sinnai.
E la legittimità delle quote condominiali dovute al Condominio, contrariamente a quanto viene riportato dall’Articolo de L’Unione Sarda, è confermata da più sentenze del Tribunale di Cagliari.
Le ultime in ordine cronologico:

In entrambe le Sentenze del Tribunale di Cagliari vengono dichiarate dovute al Condominio Torre delle Stelle le quote condominiali. (Sentenze che trovate anche nel Sito del Condominio senza l’omissione dei nomi).

Articoli su L’Unione Sarda che divulgano false informazioni
Decisione del Tribunale di Cagliari per l’obbligatorietà delle quote condominiali 

Ci chiediamo: è ammissibile che vengano divulgate informazioni, seppur virgolettate (in questo caso), senza verificare il reale contenuto della Sentenza della Cassazione?

Lo scopo pubblico delle Sentenze non è quello di rendere noti a tutti (a maggior ragione ai giornalisti che ne parlano) i reali contenuti delle sentenze emesse?

Questa la Sentenza Cassazione n.1088 del 18 gennaio 2017.

A chi legge le conclusioni.