ordinanza

Ordinanza Comunale: gestione rete idrica

Parliamo della “fantastica” notizia che il Comune di Maracalagonis ha comunicato con l’Ordinanza N. 5 del 30 aprile 2015: TRASFERIMENTO DI GESTIONE DELLE RETI DELLA FRAZIONE DI TORRE DELLE STELLE IN COMUNE DI MARACALAGONIS, una notizia che, con l’estate imminente, avremmo preferito non ricevere e che continua ad alimentare il caos nella nostra località.

Vogliamo portare all’attenzione di tutti determinate incongruenze che abbiamo rilevato dalla lettura dell’ordinanza.
Non viene considerato minimamente che la rete idrica di Torre delle Stelle è unica, non è divisa per territori comunali.
Il Comune di Mara decide anche per il territorio di Sinnai?
Oppure esiste un accordo fra i Comuni rimasto segreto?
Ne dubitiamo, visto che il Comune di Sinnai non è fra i destinatari a cui è stata trasmessa la suddetta ordinanza.

Altro punto molto discutibile dell’ordinanza è quello in cui si afferma:
continuano a pervenire a questa Amministrazione diverse segnalazioni da parte di numerosi cittadini utenti della Lottizzazione Torre delle Stelle, non ultime le note 20 marzo 2015 a firma di Fais Maria Francesca in merito alle illegittime richieste del Condominio di pagamenti di oneri per la gestione della rete idrica pubblica e ai disagi e problematiche legate alla fruizione del pubblico servizio idrico ed alla qualità delle acque erogate e distribuite, attinte in parte da pozzi di captazione e in parte da rete acquedottistica gestita dall’Abbanoa con la conseguenza che ciò potrebbe comportare grave pericolo per la salute dei cittadini i quali utilizzano acqua priva di alcun controllo batteriologico“.

Alla lettura delle suddette affermazioni siamo rimasti di “stucco”, non sapevamo se fossimo nel sito istituzionale del Comune di Maracalagonis o nel blog di una certa associazione (sarà stata scritta a più mani?).
Che il Comune di Maracalagonis affermi illegittime le richieste di pagamento del Condominio di Torre (gestore di fatto del servizio idrico) è oltremodo incredibile.
Non è assurdo che, nella medesima ordinanza, si dichiari e si riconosca che il Condominio di Torre delle Stelle è il gestore di fatto del servizio idrico e si affermi che le richieste di pagamento sono illegittime?
Nei bilanci del Comune di Maracalagonis non è prevista alcuna somma per la gestione del servizio idrico di Torre delle Stelle e per l’acquisto dell’acqua da Abbanoa, pertanto chi dovrebbe pagare i costi sostenuti dal Condominio?
Un Comune che si rispetti dovrebbe fare chiarezza e rispondere alle varie missive dichiarando che le richieste di pagamento sono dovute al gestore di fatto!

Altrettanto incredibile è che, nell’ordinanza sindacale, si metta in dubbio la qualità delle acque erogate a Torre delle Stelle.
La ASL esegue periodicamente i controlli sull’acqua distribuita nel villaggio ed i risultati delle analisi rispettano quanto prescrive la legge; se così non fosse, il Comune di Mara, come Autorità Sanitaria Locale, sarebbe il primo a ricevere la segnalazione dalla ASL e ad avere l’obbligo di emettere un’ordinanza per il divieto di utilizzo dell’acqua, come fece, l’unica volta, nel febbraio del 2011: Ordinanza n.2 del 15/02/2011. Revocata dopo una settimana: Revoca Ordinanza n.3 del 23/02/2011

Ci chiediamo:
– perché l’Amministrazione  Comunale da più credito alle missive che riceve che alle analisi della ASL?
– perché alimenta dubbi e sospetti sulla qualità delle acque distribuite nel suo territorio?
– non sarebbe suo dovere smentire certe voci e rassicurare la popolazione di Torre delle Stelle?
Da quanto abbiamo letto nell’ordinanza, la risposta è che abbiamo un Comune che fa esattamente il contrario!
Chi trae vantaggio da questo modo di operare?

Sicuramente non gli abitanti di Torre delle Stelle, non le attività commerciali ed i turisti, neppure l’immagine della nostra località, né tanto meno l’autorità dell’Amministrazione Comunale.
Gli unici a trarne vantaggio sono coloro il cui fine è screditare la gestione del servizio idrico del Condominio di Torre delle Stelle, per potersi arrogare il diritto di non pagare le quote condominiali!

Alle osservazioni fatte aggiungiamo quelle sul passaggio dalle parole (ordinanza) ai fatti.
Abbanoa prenderà una rete idrica come quella di Torre delle Stelle?
Una rete di distribuzione non collaudata? Ci sembra improbabile.
E i contattori? Abbanoa dovrebbe sostituirli tutti; e se chi ha casa nel territorio di Sinnai si opponesse alla sostituzione del proprio contattore che accadrebbe?
Verremmo lasciati senza acqua? Vien da sorridere, non vi pare?

Non è questo il modo corretto di agire di un Comune, non possono essere fatte delle ordinanze solo per accontentare un gruppo di persone (che dichiara vittoria).
Un Comune deve programmare i suoi interventi nel territorio e, prima di ordinare, deve spendere e realizzare una nuova rete in accordo con il Comune di Sinnai.
Ma il Comune di Mara, in fondo (anche nell’ordinanza), questo lo sa!
Difatti scrive:
che nelle more del perfezionamento del passaggio della rete di adduzione e distribuzione idrica e sino alla data di presa in carico e dell’avvio della gestione del servizio idrico integrato della lottizzazione di Torre delle Stelle da parte di Abbanoa S.p.a. il condominio di Torre delle Stelle continui ad operare quale gestore di fatto come disposto con ordinanza sindacale in data 13 maggio 2013 n. 20 la quale cesserà di produrre i propri effetti con la presa in carico e con l’avvio della gestione del servizio idrico da parte di Abbanoa S.p.a..”

Il Comune di Maracalagonis conclude la sua ordinanza con questa “chicca”, per assicurare la gestione del servizio idrico.
Noi però, come condomini, vorremmo che lo stesso Comune comunicasse a tutti gli abitanti di Torre delle Stelle che sono obbligati a pagare quando richiesto dal Condominio, perché ci siamo stancati di dover pagare anche per chi non paga, per chi in questo periodo ha versato i consumi idrici ad Abbanoa, per chi sostiene che il Condominio non esiste e dichiara che tutti i servizi sono in carico al Comune, mentre così non è!
La situazione di caos, in cui si trova Torre delle Stelle oggi, è la conseguenza delle posizioni ambigue assunte, negli ultimi anni, dal Comune di Maracalagonis.
Vorremmo far presente all’Amministrazione Comunale che è suo obbligo tutelare anche tutti quei condomini che non “urlano” (purtroppo) e che non si recano tutti i giorni negli uffici comunali, ma che esistono e sono pure la maggioranza!