Archivi tag: estate 2015

Una lettera aperta e le considerazioni sui tributi delle seconde case a Torre delle Stelle

Approfittiamo della lettera scritta dal Sig. Gesualdo Gorini e pubblicata la settimana scorsa sull’Unione Sarda per esprimere delle considerazioni in proposito. Ovviamente, per chi non ha avuto modo di leggerla, la pubblichiamo:

lettera aperta e le considerazioni sui tributi
Lettera-aperta-pubblicata-sull’Unione-Sarda-del-2-ottobre-2015

Sig. Gorini noi condividiamo il suo pensiero, un GRAZIE dal Comune di Maracalagonis sarebbe più che dovuto e non solo per la pista ciclabile in progetto, ma perché è innegabile che quanto riesce a realizzare nel suo centro urbano lo deve in gran parte ai soldi di chi ha casa a Torre delle Stelle, ma non è residente. Sono i non residenti quelli con cui il Comune di Maracalagonis fa il gran bottino (Aliquote IMU Comune di Maracalagonis).

Alle seconde case di Torre delle Stelle il Comune di Maracalagonis applica, dall’anno 2012, l’aliquota del 10×1000 per l’IMU e lo 0.6×1000 di TASI, dall’ottobre 2014, perché oltre non poteva (per fortuna gli è stato impedito dalla legge).
Neanche avessimo un villaggio di lusso! Le condizioni della nostra località dicono tutt’altro e il biglietto da visita all’ingresso, per dare il benvenuto ai turisti, ne è solo un piccolo esempio (non ci pare che la foto sottostante rappresenti un villaggio di lusso):

lettera aperta e le considerazioni sui tributi
Rifiuti ingresso Torre delle Stelle – 31.07.2015

Neppure il Comune di Arzachena per la Costa Smeralda applica un’aliquota così alta. Fino all’anno scorso era il 7.6×1000 e quest’anno, per i tagli fatti ai Comuni, è stata aumentata al 9×1000.
Il Comune di Maracalagonis incassa da Torre delle Stelle un milione e trecento mila euro e cosa ci dà in cambio? In concreto nulla (come dice il Sig. Gorini: gli spiccioli).

Continua la lettura di Una lettera aperta e le considerazioni sui tributi delle seconde case a Torre delle Stelle

L’amministratore delibera: annullamento elezioni Comitato Direttivo di Torre delle Stelle

Avevamo accolto la nomina dell’amministratore giudiziario del nostro Condominio con qualche perplessità dovuta all’identità dei richiedenti, che sostengono l’inesistenza del Condominio di Torre delle Stelle, e alla costituzione in giudizio del Comitato Direttivo (in realtà, abbiamo saputo, solo alcuni componenti, 5 o 6 su 20).
Qui il relativo post: Nomina amministratore giudiziario.

Avevamo, però, espresso la speranza che l’Amministratore Giudiziario tutelasse i diritti di tutti i condomini, come prevede l’art. 1129 c.c. in base al quale è stata richiesta ed ottenuta la nomina giudiziaria.
Questa speranza era cresciuta alla lettura della lettera di presentazione firmata da “I Borghi”, pubblicata nel sito ufficiale del Condominio, nella quale è stato specificato che avrebbero fatto rispettare le delibere assembleari ed il regolamento condominiale.

amministratore delibera
Dalla lettera di presentazione della Sociietà I Borghi

Oggi non possiamo dire altrettanto.
A soli 20 giorni da quelle affermazioni prendiamo atto che i nuovi amministratori hanno preso delle decisioni in contrasto con il nostro regolamento condominiale.

Il 13 agosto 2015 la Società I Borghi comunica, tramite affissione nella bacheca condominiale e pubblicazione nel sito del Condominio, di aver “deliberato” l’annullamento elezioni del Comitato Direttivo.

Le elezioni del Comitato Direttivo sono previste, dal nostro regolamento condominiale, ogni tre anni e da anni vengono svolte nel periodo estivo per avere la più ampia partecipazione possibile.
Il Comitato Direttivo attuale è stato eletto nell’agosto del 2012 e l’estate 2015 è la sua naturale scadenza, perciò è previsto il suo rinnovo.

Ciò che lascia maggiormente perplessi è che gli Amministratori abbiano preso tale provvedimento in assenza di delibera assembleare e che siano stati loro a “DELIBERARE”.

amministratore delibera
Delibera annullamento elezioni-Società I Borghi- 13 agosto 2015

Non rientra nei poteri di un amministratore deliberare alcunché, può deliberare solo l’Assemblea dei Condomini; oltretutto è una decisione in disaccordo con quanto prevede il nostro regolamento.

Inoltre, com’è possibile che degli amministratori giudiziari, nominati con ordinanza del 16 luglio 2015 e formale comunicazione di nomina datata 23 luglio 2015 (come da loro riportato nella lettera di presentazione), possano invalidare delle elezioni regolarmente indette da chi li ha preceduti nell’amministrazione del Condominio?

Il nostro Regolamento, all’art. 9, prevede che le elezioni vengano indette dall’Amministratore del Condominio o, solo nel caso questo non lo faccia, dal Comitato Direttivo, pertanto è una procedura che rientra nell’ordinaria amministrazione del nostro Condominio.
E’ previsto anche che le schede elettorali vengano inviate nella residenza dei condomini, procedura che doveva esser fatta per tempo e che l’ex Amministratore doveva fare per dare la possibilità a tutti i condomini, anche a chi non risiede in Sardegna, di votare dal 15 luglio.

La lettera spedita a tutti i condomini, con allegata la scheda elettorale, è datata 15 giugno 2015 e alla data (6 luglio 2015) d’inserimento, nel sito del Condominio, dell’avviso d’indizione delle elezioni era ancora presente la comunicazione del bando per la nomina dell’amministratore e del revisore dei conti del Condominio. Verificare nell’immagine sottostante.

elezioni Comitato Direttivo 2015
Comunicato del 06.07.2015- Indizione elezioni Comitato Direttivo

Gli attuali amministratori hanno avuto l’incarico successivamente e non era neppure scontato che venissero nominati, pertanto chi doveva indire le elezioni, nelle modalità previste dal Regolamento, se non l’amministratore ancora in carica?

La nomina dell’Amministratore Giudiziario si è avuta dopo due udienze, la prima del 9 luglio e la seconda del 13 luglio, ed i giudici hanno emesso l’ordinanza il 16 luglio 2015.

In ogni caso, la data di nomina effettiva della Società I Borghi ed il passaggio di consegne avvenuto il 1 agosto 2015, come riportato nella stessa lettera di presentazione, non avrebbero permesso loro di indire le elezioni e permettere ai condomini di votare dal 15 luglio al 25 agosto.

lettera presentazione Società I Borghi
Dalla lettera presentazione Società I Borghi – Date passaggio di consegne

Riportiamo, inoltre, quanto gli stessi Giudici della nomina dell’Amministratore Giudiziario hanno sottolineato nell’ordinanza:
”l’unico organo rappresentativo del Condominio è solo l’amministratore finché questo svolge le proprie funzioni – ancorché in regime di prorogatio come nello specifico”.

Pertanto l’ex Amministratore aveva il diritto e, soprattutto, il dovere di indire le elezioni per il rinnovo del Comitato Direttivo.

Quali sarebbero le irregolarità nell’indizione e nello svolgimento di queste elezioni svolte con voto PALESE e quindi verificabile anche a posteriori?

Con questa “delibera”, certamente illegittima, chi stanno tutelando i nuovi Amministratori?

Forse coloro che, pur definendosi “non condomini”, hanno propiziato la loro elezione e che forse auspicano la scomparsa del Condominio e del proprio debito?
Forse i “superstiti” dell’attuale Comitato Direttivo incapaci di ottenere la riconferma attraverso il voto?

L’ordinanza di nomina giudiziaria non è stata emessa a tutela di una ristretta (benché molto attiva) cerchia di proprietari, ma di tutti i Condomini, compresi quelli (ci risulta non pochi) che rispettando il regolamento condominiale si sono diligentemente e liberamente recati a votare dal 15 luglio al 13 agosto e quelli a cui non è stato consentito esprimere il proprio voto dopo detta “delibera”.

P.S.: abbiamo constatato che la comunicazione dell’Annullamento elezioni del Comitato Direttivo, nel sito del Condominio, è stata modificata, la dicitura DELIBERA è stata sostituita con DECIDE, ma non è stata modificata la data d’inserimento.
E’ evidente che vi è stato un ripensamento sui termini utilizzati, ma la sostanza sul non rispetto del nostro regolamento non cambia.
Dalle copie cache, trovate su Google, si evince la suddetta modifica e la differente dimensione del file pdf inserito..

amministratore delibera annullamento elezioni
1°Comunicato Borghi del 13.08.2015 – Con dicitura Delibera annullamento elezioni
amministratore delibera annullamento elezioni
2° Comunicato Borghi – sostituito al precedente con dicitura Decide annullamento elezioni

Torre delle Stelle: Ordinanza Sindacale per emergenza idrica e richieste taciute

Finalmente torna l’acqua in tutta Torre delle Stelle, grazie all’Ordinanza Sindacale n.18 del 05/08/2015 che permette il prelievo illimitato dal pozzo di Geremeas.
Il prelievo era stato limitato dal Genio Civile a seguito di un esposto dei soliti noti.
Ora gioiranno anche loro per la ritrovata risorsa idrica?!

Leggendo l’Ordinanza Sindacale non si può far a meno di confutare alcune asserzioni del Comune di Maracalagonis, in particolare:

  • ritiene di essere proprietario dell’intera rete idrica di Torre delle Stelle, mentre Abbanoa sostiene il contrario e probabilmente anche il Comune di Sinnai
  • sottolinea la pericolosità della qualità dell’acqua distribuita a Torre delle Stelle, ma non ha mai ricevuto alcuna segnalazione negativa dalla ASL, non è mai intervenuto con provvedimenti in qualità di Autorità Sanitaria competente e questa Ordinanza Sindacale nulla cambia riguardo alla qualità dell’acqua.

Preme inoltre sottolineare che nell’Ordinanza non si fa menzione della richiesta, inoltrata al Genio Civile dal geom. Diego Arca per conto del Condominio di Torre delle Stelle, per aumentare il prelievo d’acqua dal pozzo di Geremeas (Sindaco di Maracalagonis e nuova Amministrazione del Condominio ne sono certamente a conoscenza).
Tale richiesta, corredata da progetto a firma di un ingegnere e due geologi, è stata presentata ai primi di maggio del 2015, ma è ancora in itinere (forse aveva come “contro-interessato” proprio il Comune di Maracalagonis, come in occasione del rinnovo della concessione del 2008 rilasciata al Condominio?).
Questa la richiesta inoltrata al Genio Civile: Domanda di aumento prelevamento presentata dal Condominio.

Ordinanza Sindacale per emergenza idrica
Richiesta Genio Civile – Aumento prelievo -12.05.2015

Il progetto è stato commissionato dal geom. Arca a seguito dell’installazione del limitatore di prelevamento imposto dal Genio Civile. Lo stesso Genio Civile che, negli anni, ha sempre ricevuto dal Condominio di Torre delle Stelle le comunicazioni semestrali dei quantitativi di prelevamento d’acqua dal pozzo di Geremeas.

Forse si ha lo scopo di screditare l’operato del Condominio di Torre delle Stelle (e del geom. Arca) e avere delle motivazioni per far sì che la NOSTRA rete idrica venga ceduta ad Abbanoa?
I tentativi di procedimenti d’urgenza per la pericolosità dell’acqua, senza documenti della ASL che certifichino detta pericolosità, e quest’ultima Ordinanza, senza menzionare la richiesta inoltrata dal Condominio al Genio Civile, confermano, a nostro parere, tali ipotesi.
Il Comune di Maracalagonis scredita l’operato del Condominio, dopo quarant’anni di gestione del servizio idrico e di oneri sostenuti dai condomini per opere e manutenzione dell’impianto idrico, in collaborazione con alcuni proprietari che non ritenendosi condomini non hanno contribuito alle spese e alla manutenzione della rete idrica.
Vi è fra loro chi non paga le quote condominiali da oltre 20 anni ! Facile regalare qualcosa per cui altri hanno speso i propri denari, vero?

P.S.: la richiesta per l’aumento di prelevamento era già nota al Genio Civile e “altri” già dal 1 settembre 2014, come si evince dalla parte finale della Nota del Genio Civile.
Fa specie constatare che nei comunicati del Presidente del Comitato Direttivo non venga citata la richiesta fatta dal Condominio, con relativo progetto, e che si dica di non conoscere i motivi che hanno portato alla mancanza d’acqua.
La nota del Genio Civile e la domanda presentata dal Condominio, dicono l’esatto contrario e non era necessaria l’Ordinanza Sindacale, era sufficiente far valere la richiesta/progetto fatta al Genio Civile.

Ordinanza Sindacale per emergenza idrica
1°comunicato presidente Peracca – Estate 2015
Ordinanza Sindacale per emergenza idrica
2°comunicato presidente Peracca – Estate 2015
Ordinanza Sindacale per emergenza idrica
3°comunicato presidente Peracca – Estate 2015