Archivi tag: vane promesse

Torre delle Stelle servizio ritiro rifiuti: dopo venti anni siamo sempre all’anno zero!

Questa sera a Torre delle Stelle presso l’anfiteatro, alle ore 18.30, si terrà un incontro organizzato dal Comune di Maracalagonis per illustrare il nuovo servizio di Igiene Urbana (Articolo del 23.06.2016 sito Unione Sarda).

Come ogni anno ci si ritrova, nel periodo estivo, a parlare del servizio ritiro rifiuti fornito dal Comune di Maracalagonis e come ogni anno ci si ritroverà ad evidenziarne l’inefficienza.
Eppure gli abitanti di Torre pagano profumatamente i tributi per la Tari
. Cinquecentomila euro è l’importo stimato che viene versato, dal territorio di Torre delle Stelle, nelle casse Comunali di Mara; importo che corrisponde alla metà della cifra (circa un milione di euro) che il Comune di Maracalagonis spende per l’intero servizio in tutto il suo territorio. (Ne avevamo parlato in questo articolo: Una lettera aperta e le considerazioni sui tributi delle seconde case a Torre delle Stelle)

E’ sufficiente fare una passeggiata per le strade di Torre, per verificare che il servizio del ritiro rifiuti  è pessimo!
Queste le foto scattate un paio di giorni fa:

A Torre delle Stelle i sacchetti di rifiuti abbandonati, di chi non esegue la raccolta differenziata, non vengono ritirati ed è la normalità vedere “spettacoli di degrado” come quello delle immagini.

Sono sicuramente incivili coloro che non differenziano correttamente i rifiuti, ma chi esegue il servizio ha comunque  il dovere di provvedere al loro ritiro.
In qualsiasi altra località i cittadini hanno il servizio di “spazzamento strade”, a Torre delle Stelle invece, per la modica cifra di 500.000 euro, si ha solamente il diritto al ritiro del “porta a porta” differenziato.

Continua la lettura di Torre delle Stelle servizio ritiro rifiuti: dopo venti anni siamo sempre all’anno zero!

Una lettera aperta e le considerazioni sui tributi delle seconde case a Torre delle Stelle

Approfittiamo della lettera scritta dal Sig. Gesualdo Gorini e pubblicata la settimana scorsa sull’Unione Sarda per esprimere delle considerazioni in proposito. Ovviamente, per chi non ha avuto modo di leggerla, la pubblichiamo:

lettera aperta e le considerazioni sui tributi
Lettera-aperta-pubblicata-sull’Unione-Sarda-del-2-ottobre-2015

Sig. Gorini noi condividiamo il suo pensiero, un GRAZIE dal Comune di Maracalagonis sarebbe più che dovuto e non solo per la pista ciclabile in progetto, ma perché è innegabile che quanto riesce a realizzare nel suo centro urbano lo deve in gran parte ai soldi di chi ha casa a Torre delle Stelle, ma non è residente. Sono i non residenti quelli con cui il Comune di Maracalagonis fa il gran bottino (Aliquote IMU Comune di Maracalagonis).

Alle seconde case di Torre delle Stelle il Comune di Maracalagonis applica, dall’anno 2012, l’aliquota del 10×1000 per l’IMU e lo 0.6×1000 di TASI, dall’ottobre 2014, perché oltre non poteva (per fortuna gli è stato impedito dalla legge).
Neanche avessimo un villaggio di lusso! Le condizioni della nostra località dicono tutt’altro e il biglietto da visita all’ingresso, per dare il benvenuto ai turisti, ne è solo un piccolo esempio (non ci pare che la foto sottostante rappresenti un villaggio di lusso):

lettera aperta e le considerazioni sui tributi
Rifiuti ingresso Torre delle Stelle – 31.07.2015

Neppure il Comune di Arzachena per la Costa Smeralda applica un’aliquota così alta. Fino all’anno scorso era il 7.6×1000 e quest’anno, per i tagli fatti ai Comuni, è stata aumentata al 9×1000.
Il Comune di Maracalagonis incassa da Torre delle Stelle un milione e trecento mila euro e cosa ci dà in cambio? In concreto nulla (come dice il Sig. Gorini: gli spiccioli).

Continua la lettura di Una lettera aperta e le considerazioni sui tributi delle seconde case a Torre delle Stelle

Comunicato dal sito di Abbanoa

Abbanoa comunica nel suo sito i motivi per i quali ritiene di non poter acquisire la rete idrica di Torre delle Stelle.
Riporta in parte le motivazioni presenti nel suo ricorso al TAR, ma soprattutto sottolinea che Torre delle Stelle è priva di rete fognaria e pertanto l’interlocutore al quale il Comune di Maracalagonis deve rivolgere le sue richieste è l’Ente di Governo dell’Ambito.
E’ l’Ente di Governo dell’Ambito che deve dichiarare l’idoneità per la presa in carico di Abbanoa della rete idrica di Torre delle Stelle.
Questo il link: Comunicato Abbanoa Torre delle Stelle.

Facciamo nostra la domanda di Abbanoa: è possibile che un villaggio come il nostro, con circa 10.000 presenze nel periodo estivo, sia ancora sprovvisto di fogne?
Che siano stati spesi soldi pubblici per lavori inutili ed inutilizzati, quando la priorità assoluta era realizzare la rete fognaria?

Queste domande ci hanno fatto ricordare delle lontane dichiarazioni dell’allora e attuale Sindaco di Maracalagonis, Mario Fadda, che nell’Assemblea del 15 Gennaio 2005 aveva dichiarato che era previsto un finanziamento di 15.000.000 di euro per la rete fognaria di Torre delle Stelle.
Nell’immagine sottostante parte delle dichiarazioni del Sindaco di Maracalagonis.

Rete idrica e trattative
Dichiarazioni e promesse del Sindaco Fadda per lavori rete idrica e servizi – Assemblea 2005

In queste poche righe tante promesse per la valorizzazione di Torre delle Stelle.
Sono trascorsi 10 anni da allora e quante di quelle promesse sono state realizzate?
Non è stata realizzata certamente la rete fognaria, né la riqualificazione dell’impianto idrico, né la realizzazione delle strade. Abbiamo, invece, un anfiteatro mai utilizzato, degli edifici mai ultimati e delle strade cementate che creano tanti problemi nelle riparazioni della rete idrica e che non hanno sicuramente valorizzato il nostro villaggio (prima erano dei viali alberati).
Opere realizzate ed incompiute che non erano la priorità per la vivibilità di Torre delle Stelle.
Possiamo dire che nell’arco di questi 10 anni il nostro villaggio abbia goduto di quest’opera di valorizzazione e riqualificazione?
A noi non pare, anzi diciamo che il nostro villaggio è nettamente peggiorato, ma purtroppo a Torre delle Stelle vi è chi ha la memoria corta e pensa che la gestione Comunale del nostro territorio possa risolvere tutti i problemi.
Le parole trascritte e i 10 anni trascorsi dicono esattamente il contrario, tante promesse e nulla di fatto!

P.S.: inseriamo l’intera trascrizione del Verbale Assemblea 15 gennaio 2005, un verbale di cui consigliamo la lettura.
Al tempo svolgeva le funzioni di Presidente dell’Assemblea l’Ing. Raimondo Masala che conosceva perfettamente la storia del nostro villaggio e la costituzione del nostro Condominio.